L’ 8 aprile 2018 nel tratto del fiume Seveso, nel Comune di Cesano Maderno, tra la stazione Trenord e piazza mons. Arrigoni, si svolgerà 3a Regata Lions “Paperelle nel Seveso” promossa da Lions Club Seregno AID, Lions Club Cesano Maderno Borromeo, Gruppo Scout Cesano Maderno, Gruppo Solidarietà Africa, Fiume Vivo.

Sona in gara 2.000 paperelle progressivamente numerate ed abbinate a ognuno dei 2.000 biglietti della lotteria offerti, fino al momento della partenza della regata, per un contributo di 4 euro ciascuno.

I premi sono messi a disposizione dalle associazioni promotrici oltre che da privati sostenitori dell’iniziativa.

Le paperelle sono rilasciate nel fiume alle ore 16.00 dell’ 8 aprile e navigano fino all’arrivo lungo il tratto di fiume stabilito (500 metri circa), sotto la tutela dl commissari di gara che ne controllano il corretto svolgimento con particolare attenzione al rispetto delle disposizioni relative alla tutela ambientale.

Un sistema di canalizzazione e raccolta delle paperelle al traguardo consente di stabilire un ordine d’arrivo che, abbinato ai biglietti della lotteria, definisce l’attribuzione dei premi in palio.

L’ordine d’arrivo è certificato dalla Giuria di gara con la supervisione del Pubblico Ufficiale delegato dal Sindaco di Cesano Maderno e pubblicato sui siti delle associazioni promotrici.

Presentando i tagliandi della lotteria, i premi possono essere ritirati immediatamente o previo contatto con gruppo scout di Cesano Maderno entro il 30 aprile 2018.

I premi non ritirati entro tale data sono destinati all’uso nell’ambito delle attività istituzionali dei gruppi.

Il ricavato della manifestazione è attribuito le associazioni promotrici per la realizzazione delle attività proposte con rendicontazione nei rispettivi bilanci e pubblicazioni.

Ogni variazione del presente regolamento è proposta ad insindacabile giudizio del Comitato organizzatore della manifestazione al solo scopo di migliorarne lo svolgimento nel rispetto delle disposizioni in vigore.

L’iniziativa è sottoposta all’approvazione del Ministero dell’Economia, della Prefettura di Monza e dell’amministrazione comunale di Cesano Maderno.